Come e dove è nato il Caffè Letterario di Plinio il Giovane?

In omaggio a Plinio il Giovane, che ha amato e vissuto a Bellagio, una delle località turistiche più famose al mondo, il nostro nuovo format prenderà il nome 
“Caffè Letterario Plinio il Giovane”.

Perché caffè?

Cosa può esserci di più attraente e stimolante di progettare un caffè all’interno di un museo,
nel borgo di Bellagio? Da lì il passo è stato breve per realizzare un luogo di incontro e di condivisione, un luogo con forte identità per far vivere esperienze degustative ma anche culturali.

Perché letterario?

Per riavvicinare, riconquistare e ripopolare Bellagio, di quel turismo colto ed educato che l’ha resa famosa nel mondo, attraverso esperienze culturali. Un modello che fa da apripista in qualsiasi luogo dove un turismo di massa, spesso poco educato, sta provocando danni sia di immagine che di profitti.

Perché Plinio il Giovane?

Non solo perché è il nome del nostro brand, ma anche per celebrare e ricordare lo storico scrittore, che amò e visse a Bellagio nel primo secolo dopo Cristo. 

Questo format culturale sarà di esempio e farà da apripista ad un turismo raffinato. 

Il nostro intento, attraverso questa idea, è di lanciare un segnale di arricchimento ludico creando un luogo d’incontro per gli artisti, artigiani e produttori di prodotti locali. L’opportunità di raccontare la loro esperienza e di farsi conoscere con eventi programmati, così da poter entrare in contatto con eventuali futuri collezionisti o semplici amanti del bello, arrivati da ogni luogo del mondo e da arricchire il panorama turistico del borgo.

Grazie al Patrocinio del comune di Bellagio, il venerdì sera alle 21 dopo cena, bbiaincontri con gli artisti, alla presenza di un pubblico raffinato e sensibile.

Nel 2018 la curatrice del Caffè Letterario era Marina Mojana, storica dell’arte, cronista e giornalista, che tutti i venerdì sera organizzava eventi, ospiti dello scrittore e navigatore Gianni Gini all’interno del suo Museo degli strumenti della navigazione.

Nel 2019 il Caffè Letterario, patrocinato dal Comune di Bellagio, si è svolto nello stesso luogo e tutti gli eventi sono stati presentati da Paola Rossi, Assessore alla cultura di Bellagio.

Nel 2020 la manifestazione, sempre con l’introduzione di Paola Rossi, si è svolta nella biblioteca comunale e, nonostante il distanziamento e le difficoltà imposte dall’emergenza sanitaria del covid-19, ha riscontrato un inaspettato successo, confermando un vivo interesse in questo format.