fbpx

Il tubo non tradisce mai

Il tubo non tradisce mai!

“Il tubo non tradisce mai”.
Era la frase ricorrente di Gilberto Colombo.
Chi era Gilberto Colombo?
Un visionario capace di progettare e costruire secondo
il concetto ingegneristico della leggerezza.

Per questa sua genialità, Enzo Ferrari gli affidò il difficile compito di
progettare e realizzare i telai delle Ferrari da corsa, che vincevano sempre.

Tra passione, stima e fiducia, da questa collaborazione nacque, 
tra i due, una duratura amicizia.

Gilberto aveva comunque un sogno nel cassetto, un disegno, quello di un suo progetto rimasto inedito e brevettato nel 1952, una poltrona letto.

Affascinato dalla poetica storia, collaborando con il figlio Marco, abbiamo realizzato il prototipo di quella sua poltrona e l’abbiamo chiamata Gilco.
Lavorando quei tubi così leggeri e resistenti
abbiamo incomiciato ad amare il ferro e le sue proprietà.

Naturalmente, come da sempre, da Plinio il Giovane vige la legge di ridare vita ai più antichi e collaudati metodi di lavorazione, come per esempio le saldature in ottone, utilizzate solo per i telai delle biciclette da corsa.

Ed è così che sono nate la sedia impilabile Bea, la piccola Annie e gli agilissimi impilabili tavoli Pierre.

La prima si chiama Bea,
perché beata tra i legni di Plinio il Giovane visto che è di metallo.

Beata perchè scelta nella selezione dei migliori prodotti del 2019.
Beata perché può stare anche all’esterno è pratica ed impilabile.

La seconda si chiama Annie, perché è cosi minuta e molto ergonomica.

Il tavolo si chiama Pierre, ma non mi ricordo il perché.

Li trovate nei luoghi cult della città di Milano, perché hanno in sé eleganza e leggerezza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Caffè Letterario di Plinio il Giovane Chi c’è, c’è…”, è il titolo della terza edizione del caffè letterario di Plinio il Giovane in Bellagio. Quest’anno […]

Leggi di più…

Read More »
footeronline.png