fbpx

Ghò, un classico del futuro!

Ecco la novità della Designer’s Week 2020

Grazie alla nostra esperienza nel realizzare prodotti sempre più leggeri, con tutta la tenerezza,
l’amore e la pazienza del mondo, eccola … si chiama Ghò, una poltroncina finora inedita, che in questi giorni compie settant’anni. 

C’era una volta Gigi Ghò, che nel 1944 avviò la sua professione di architetto nello studio di Gio Ponti.
Lavorò molto con lui, ma soprattutto diventarono grandi amici. 

In quella rinascita del dopo guerra, Gigi Ghò fu un sostenitore del Movimento per l’Arte Concretauna sorta di workshop dell’epoca, dove menti creative ed interattive dal calibro di Lucio Fontana e Fausto Melotti, si ritrovavano.

   

Probabilmente da uno di questi incontri, mentre Gio Ponti disegnava la Super leggera,
Ghò disegnava la sua poltroncina, rimasta un prototipo per 70 anni fino ad ora.
Plinio il Giovane, che ama le sfide, ha realizzato, interamente a mano, 20 pezzi unici con gli stessi sistemi con i quali venne costruito quel prototipo 70 anni fa. 


La tecnica costruttiva di queste poltroncine, ha un predecessore… 

Era il figlio di un campanaro Giuseppe Descalzi. Da esperto falegname sfidò la sorte realizzando la sedia più leggera e resistente fino ad allora mai realizzata, la intramontabile Chiavarina tutt’ora in produzione.

Quella particolare leggerezza fu ottenuta riducendo al minimo possibile le sezioni strutturali del legno, dimensionandole in base alle sollecitazioni alle quali una sedia era sottoposta, legandole con incastri al tempo molto innovativi, che garantivano una straordinaria resistenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

footeronline.png